jr-logo-ssi-top
left_top_news_media

Sea Shepherd Newsrss_icon_20

Stampa E-mail
Martedì 29 Marzo 2016 20:47

La nave illegale cinese Fu Yuan Yu 076 entra in un’area portuale cinese.
Sea Shepherd chiede al governo di fermare l'imbarcazione.

1news-160330-1-4-TW-ODN-FYY76-Seas-009-1000wLa Fu Yuan Yu 076 è stata colta nell’atto di distruggere prove relative alle sue attrezzature da pesca, in palese violazione della legge cinese. Foto: Tim WattersIl 29 marzo 2016, alle 20:27 ora locale, la nave da pesca illegale Fu Yuan Yu 076 è entrata nel porto di Zhuhai nella provincia di Guangdong in posizione 22 gradi 02 minuti (nord), 113 gradi 04 minuti (Est).
Questo è il secondo tentativo effettuato dalla nave in questi giorni per attraccare in porto, dopo aver tentato di entrare nel porto di Xincun ieri, ed è la prima volta in cui la nave è ben all'interno del controllo giurisdizionale della Cina.
La nave ammiraglia di Sea Shepherd Steve Irwin, che sta seguendo la nave bracconiera, ha riferito la posizione della Fu Yuan Yu 076 al governo cinese, fornendo alle autorità l'opportunità immediata di fermare la nave e avviare le indagini.


Il leader di Operazione Driftnet, il Capitano della Steve Irwin Siddharth Chakravarty, ha dichiarato: "Le autorità cinesi hanno dimostrato un forte impegno nel combattere la pesca illegale richiamando le sei navi battenti bandiera cinese della flotta Fu Yuan Yu dopo che Sea Shepherd ha presentato una prima relazione sulle loro attività illegali nel gennaio 2016. È il momento che l'Ufficio per la Pesca della Repubblica Popolare Cinese blocchi queste navi erranti e punisca i colpevoli. Le navi battono bandiera cinese, si trovano in acque cinesi e la Cina ha piena autorità su di loro. Con tutte le prove presentate alle autorità, sono fiducioso che la nave verrà dichiarata colpevole secondo le accuse."
L'Ufficio per la Pesca aveva in precedenza ordinato all'intera flotta Fu Yuan Yu di rientrare nel porto di Fu Zhou per affrontare un'indagine. Tuttavia, la Fu Yuan Yu 076 ha disatteso gli ordini del governo cinese spingendosi verso un porto più a sud, invece di dirigersi direttamente a Fu Zhou.
Ora, fuori dalla portata visiva della Steve Irwin, è probabile che la Fu Yuan Yu 076 scarichi il suo pescato illegale di pinne di squalo e tonno australe a rischio estinzione.
La Steve Irwin ha intercettato la Fu Yuan Yu 076 il 13 marzo 2016 presso la Ninety East Ridge in Oceano Indiano. Negli ultimi 18 giorni la nave di Sea Shepherd ha tallonato la nave bracconiera. Durante l’inseguimento, la Fu Yuan Yu 076 è stata colta nell’atto di distruggere prove relative alle sue attrezzature da pesca, in palese violazione della legge cinese.
Nell'ultima settimana la Fu Yuan Yu 076 ha cercato di liberarsi della Steve Irwin, manovrando in modo aggressivo, richiedendo l’intervento della Marina cinese e approfittando del favore delle tenebre per eludere la nave di Sea Shepherd. 1550xNxnews-160330-1-3-EM-ODN-FYY076Dark-BxNtSea Shepherd ha riferito la posizione della Fu Yuan Yu 076 al governo cinese. Foto: Eliza Muirhead
Sea Shepherd ha scoperto che la società che gestisce la flotta Fu Yuan Yu è la Dongxinglong Ocean Fishing Company Ltd, con sede a Fu Zhou, nella provincia del Fujian, in Cina. La società ha più navi che operano in Oceano Pacifico, in Oceano Indiano e in Oceano Atlantico, interessate principalmente a cacciare il tonno.
Il Capitano Chakrvarty ha aggiunto: "La Fu Yuan Yu 076 è di proprietà di una grande società di pesca e la richiesta di attracco nel porto di Zhuhai indica chiaramente che la nave bracconiera sta ricevendo il supporto logistico dei proprietari. Ora non si tratta più solo di reati commessi in alto mare, ma di più crimini commessi all'interno della Cina per nascondere i fatti che dimostrano l'illegalità della nave".
La Steve Irwin si trova attualmente fuori dei limiti portuali e tiene sotto controllo i movimenti della Fu Yuan Yu 076 sul radar. Qualora la nave cerchi di fuggire in mare aperto, la Steve Irwin tornerà ancora una volta a inseguirla.

 

 

1550xNxnews-160330-1-1-TW-ODN-fi25 tonni australi sono stati trovati morti in una delle reti derivanti illegali della flotta Fu Yuan Yu.  Foto: Tim Watters

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

1550xNxnews-160330-1-2-TW-ODN-multiple-species-321 esemplari morti, appartenenti a 12 specie diverse, sono stati recuperati da una delle reti derivanti illegali della flotta Fu Yuan Yu. Foto: Tim Watters

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Traduzione a cura di Cristina Giusti

Operation Driftnet
Visita il nostro sito
Operation Driftnet 
per maggiori informazioni.
 

article_separator_650x1

Sea Shepherd welcomes your support. To support our
conservation work, please visit our donation page.


Sea Shepherd Italia Onlus
Via Rosso di San Secondo,7 - 20134 Milano - Italy
contatto@seashepherd.it

All contents copyright ©2017 Sea Shepherd Global
Hosting and other web services donated by Telemar Spa