jr-logo-ssi-top
left_top_news_media

Commentary and Editorial

rss_icon_14Get RSS for this page now!  Sign up via My Sea Shepherd

Stampa E-mail
Giovedì 23 Febbraio 2017 09:00

La Steve Irwin fa ritorno dall’Antartide

Commento del Capitano Paul Watson

0editorial-170223-1-1-Steve-Irwin-arrives-in-Dunedin-IMG 7802-1000wLa Steve Irwin arriva a Dunedin. Foto: Jeff HansenLa Steve Irwin è arrivata a Dunedin, in Nuova Zelanda. Una delle navi arpionatrici l'ha tallonata per tutto il viaggio di ritorno, fino alle acque neozelandesi. La Ocean Warrior sta ancora inseguendo la Nisshin Maru ed è a sua volta inseguita da una seconda delle tre navi arpionatrici.

I balenieri giapponesi hanno raddoppiato la zona di caccia e ridotto la quota di uccisioni e questo li rende più difficili da prendere e riduce il tempo per farlo.

Operazione Nemesis è quasi terminata ma è stata un gran successo, nonostante le navi non abbiano potuto ingaggiare un contrasto ravvicinato con la Nisshin Maru.

Benchè alcuni affermino che la flotta baleniera sia tornata in Giappone, il Capitano della Ocean Warrior Adam Meyerson ha dichiarato quest'oggi di aver avvistato una delle navi arpionatrici.

La ragione di ciò sono le pessime condizioni metereologiche, le tecnologie di localizzazione costose e un’area di azione molto più estesa.

Tuttavia questi sono i fattori positivi.

1. La flotta ha tre navi arpionatrici e due di esse hanno impiegato gran parte del tempo nel tentativo di inseguire le navi di Sea Shepherd durante gli ultimi due mesi e mezzo.
2. La nave fabbrica è stata perennemente in fuga, cosa che rende difficile il conseguimento della quota di 333 balene.
3. Grazie agli interventi passati di Sea Shepherd la quota di caccia, sebbene ancora illegale, è stata ridotta da 1035 a 333.
4. Grazie agli interventi passati di Sea Shepherd neanche una balena è stata uccisa durante la stagione 2014/2015.
5. Rimane una sola nave arpionatrice e in fuga continua.
6. La flotta baleniera ha speso un'enorme somma di denaro per il carburante extra e i rifornimenti.
7. L'elicottero di Sea Shepherd ha documentato le attività di illegali di caccia alle balene nelle acque territoriali australiane. La nave fabbrica è sfuggita a causa delle condizioni meteorologiche avverse.

Riusciranno a raggiungere la loro quota di uccisioni? Questo non lo sappiamo, ma se così fosse, Sea Shepherd li avrà costretti a pagare profumatamente per farlo.

Si pensi che prima degli interventi di Sea Shepherd la flotta baleniera aveva impiegato due mesi e mezzo per uccidere 1035 balene. Adesso, con la flotta nell'Oceano del Sud, hanno impiegato due mesi e mezzo a provare a ucciderne 333.

Sea Shepherd, in quanto piccolo movimento di conservazione, ha fatto enormi progressi quasi ogni anno, a partire dal 2005, nella lotta contro un’attività altamente illegale perpetrata da una delle nazioni più potenti del mondo.

I volontari uomini e donne della Steve Irwin e della Ocean Warrior hanno fatto un lavoro davvero incredibile durante questa stagione, mostrando e contrastando le operazioni illegali dei giapponesi nell'Oceano del Sud. Hanno dedicato il loro tempo, sottraendone alle proprie famiglie soprattutto nel periodo di Natale, hanno resistito a diverse tempeste e alle rischiose condizioni del ghiaccio e hanno portato ancora una volta i crimini del Giappone davanti agli occhi del mondo.

Operazione Nemesis ha costantemente tenuto in movimento l'intera flotta baleniera giapponese, a cui ha sottratto tempo e denaro, tenendo occupati due terzi della flotta di navi arpionatrici, impedendo loro di dedicarsi alla caccia alle balene per l'intera stagione.

L'equipaggio si è guadagnato un po' di tempo da trascorrere sulla terraferma a Dunedin. Nel frattempo, la Ocean Warrior prosegue l'inseguimento qualche migliaio di miglia a sud di Dunedin.

Traduzione a cura di Giovanni Nuccio

 

article_separator_650x1

Sea Shepherd welcomes your support. To support our
conservation work, please visit our donation page.


Sea Shepherd Italia Onlus
Via Rosso di San Secondo,7 - 20134 Milano - Italy
contatto@seashepherd.it

All contents copyright ©2017 Sea Shepherd Global
Hosting and other web services donated by Telemar Spa