jr-logo-ssi-top
left_top_news_media

Sea Shepherd Newsrss_icon_20

Stampa E-mail
Mercoledì 16 Marzo 2016 09:00

Lancio della nuova campagna, Operazione Driftnet. Sea Shepherd diffonde un video shock sulla pesca illegale in Oceano Indiano

Una flotta di navi da pesca è attiva nelle acque dell’Oceano Indiano e utilizza reti da posta derivanti; una forma di pesca vietata dalle Nazioni Unite nel 1992 a causa del suo impatto indiscriminato e distruttivo.

Approfittando dell’area remota e dell’assenza delle forze dell'ordine, la flotta ha mostrato una recrudescenza di questa pratica superata e fuorilegge.

La Steve Irwin ha intercettato per la prima volta la flotta di navi impegnate nella pesca illegale nel gennaio 2016. Oggi, Sea Shepherd ha diffuso fotografie scioccanti e un video dell'incontro, che mostrano squali, delfini, foche e altre specie di pesci, tra le quali il tonno australe, a rischio estinzione, impigliati e morti nelle reti illegali.

L'obiettivo della nuova campagna Operazione Driftnet, è affrontare le navi mentre sono impegnate in attività di pesca illegale e successivamente impiegare tattiche di azione diretta per bloccare le loro operazioni.

Sea Shepherd documenterà anche quali sono le navi coinvolte, per raccogliere le prove delle loro operazioni e contribuire alle indagini a terra.

Utilizzando questa combinazione di azioni in mare e a terra, Sea Shepherd ha intenzione di porre fine alle attività distruttive di queste navi.

Il leader della campagna, il Capitano della Steve Irwin Siddharth Chakravarty, ha dichiarato: "Le reti da posta derivanti sono state vietate dalle Nazioni Unite con una moratoria nel 1992. Le nazioni del mondo, 24 anni fa, erano preoccupate per l'impatto negativo di questa forma di pesca. Le reti da posta derivanti non avevano posto negli oceani del mondo allora e non devono averlo oggi. Il nostro ruolo è quello di garantire che il divieto sia rispettato."

Sea Shepherd prevede di affrontare la flotta di navi illegali nei prossimi giorni.

909news-160315-1-2-EM-OperationDriftnet-dolphin-1000wErica, membro dell’equipaggio della Steve Irwin, tiene in braccio un delfino comune morto, recuperato dalla rete illegale. Foto: Eliza Muirhead

0news-160315-1-3-EM-OperationDriftnet-haul-1000wL’equipaggio della Steve Irwin recupera dall’oceano la rete da posta derivante abbandonata. Foto: Eliza Muirhead

0news-160315-1-4-TW-OperationDriftnet-Sid-with-animals-on-deck-1000wIl Capitano Chakravarty con alcuni degli animali massacrati dalla rete derivante illegale. Foto: Tim Watters

0news-160315-1-1-EM-OI2-Hauling-407-1000wUn’otaria orsina del Capo morta, recuperata dalle reti illegali. Foto: Eliza Muirhead

Operation Driftnet
Visita il nostro sito 
Operation Driftnet
per maggiori informazioni.

Traduzione a cura di Cristina Giusti

 

 

article_separator_650x1

Sea Shepherd welcomes your support. To support our
conservation work, please visit our donation page.


Sea Shepherd Italia Onlus
Via Rosso di San Secondo,7 - 20134 Milano - Italy
contatto@seashepherd.it

All contents copyright ©2017 Sea Shepherd Global
Hosting and other web services donated by EStreet