jr-logo-ssi-top
left_top_news_media

Sea Shepherd Newsrss_icon_20

Stampa E-mail
Mercoledì 01 Febbraio 2017 09:00

Sea Shepherd presenta la nuova nave anti-bracconaggio M/V John Paul DeJoria

La prima campagna sarà dedicata alla protezione degli squali al largo delle coste dell’America Centrale.
La nave è stata la prima nella storia ad essere battezzata con una bottiglia di Tequila Patrón.

Sea Shepherd Conservation Society, l’Organizzazione di azione diretta per la salvaguardia degli ecosistemi marini, meglio conosciuta grazie alle serie televisive Whale Wars e Ocean Warriors trasmesse su Animal Planet, ha presentato martedì 31 gennaio la sua nuova nave, la M/V John Paul DeJoria, durante l’evento EPIC Marina a Miami, in Florida.

0news-170201-1-2-MV-John-Paul-DeJoria- DSC6302-1000wMV John Paul DeJoriaLa nave prende il nome da John Paul DeJoria, co-fondatore del brand di prodotti da salone John Paul Mitchell Systems e sostenitore di Sea Shepherd da molti anni.

La cerimonia di inaugurazione ha avuto inizio la mattina del 31 gennaio con una conferenza stampa a bordo della nuova nave tenuta dal fondatore e presidente di Sea Shepherd Capitano Paul Watson e DeJoria. Successivamente si è svolta la cerimonia navale tradizionale con il rituale propiziatorio di rottura della bottiglia sulla prua della nave. Ma, al posto del tipico champagne, si è utilizzata in occasione della cerimonia una bottiglia di tequila Patròn Spirits Co., azienda di propretà dello stesso DeJoria. La nave è diventata ufficialmente la prima nella storia ad essere battezzata con una bottiglia di tequila Patrón che John Paul DeJoira ha rotto contro l’ancora del vascello.

«Siamo fieri di presentare ed inaugurare la John Paul DeJoria», ha dichiarato il Capitano Watson a bordo della nuova nave, un pattugliatore veloce lungo 33,50 metri. «Questa sarà la nona nave della flotta di Sea Shepherd. Sono davvero onorato che prenda il nome da John Paul DeJoira e nessun’altra persona a cui intitolarla avrebbe potuto rendermi altrettanto fiero».

DeJoria ha definito Watson «uno degli eroi del nostro tempo» e ha elogiato Sea Shepherd per il suo impegno nella salvaguardia e protezione delle «anime viventi» degli oceani del nostro pianeta senza chiedere «assolutamente nulla in cambio»,.

Il Capitano Paul Watson ha anche annunciato che la M/V John Paul DeJoria inizierà il suo viaggio quest’anno, con una campagna anti-bracconaggio al largo delle coste dell’America Centrale e Meridionale per la protezione degli squali e della rimanente fauna marina sfruttati illegalmente nelle zone delle isole di Malpelo, Cocos e alle Galapagos.

0news-170201-1-1-John-Paul-DeJoria-Paul-Watson DSC6410-1000wJohn Paul DeJoria con Paul Watson durante la cerimonia di inaugurazione.

Nonostante la Cina sia stata per lungo tempo uno dei principali importatori di pinne di squalo, il Capitano Paul Watson ha osservato, durante la conferenza stampa, come siano stati già fatti alcuni progressi molto importanti verso un decisivo cambiamento. Nel 2012 la Cina ha bandito la zuppa di pinne di squalo dai banchetti ufficiali del governo, e, nel gennaio di quest'anno, la China Air Cargo è diventata la prima azienda di trasporti sulla terraferma a bandire la circolazione di pinne di squalo. «Stiamo facendo progressi in due direzioni: da una parte nel fermare i bracconieri e, dall’altra, nel cercare di convincere i governi di quanto sia necessario porre fine a questa pratica», ha dichiarato il Capitano Paul Watson.

Davanti a una folla gremita DeJoria ha raccontato di aver preso coscienza, grazie al Capitano Paul Watson, del fatto che, se l’uomo non smetterà di pescare e sottrarre fauna agli oceani, tra 40 anni il pesce scomparirà. DeJoria ha anche elogiato l'isola di Barbuda, al largo della costa di Antigua, che ha istituito una moratoria sulla pesca svolta entro due miglia dalla costa. Per dare aiuto all'isola e, contemporaneamente, per essere d’esempio per altre persone nel mondo del business e appartenenti a comunità filantropiche, DeJoria ha siglato un accordo del valore di 250 milioni di dollari americani che prevede la creazione di un resort a Barbuda con lo scopo di aiutare i pescatori locali a trovare un impiego alternativo e, allo stesso tempo, di permettere all'ambiente di ripristinare l’oceano e la sua fauna.

«Ci sono circa 30 famiglie sull’isola la cui sopravvivenza dipende dalla pesca, dalla quale ricavano un guadagno medio di circa 10.000 dollari l’anno» ha spiegato DeJoria alla folla dalla prua della nave che porta il suo nome. «Li aiuteremo fornendo loro un reddito per un anno intero, fino a quando il resort non sarà pronto e potranno avere un lavoro regolare. In questo modo potranno avere un impiego alternativo».

 

DeJoria e la M/V John Paul DeJoria

DeJoria, che è stato anche ospite della serie di ABC Shark Tank, ha un rapporto di lunga data con Sea Shepherd. Nel 1998 si è recato nel Golfo di San Lorenzo, lungo le coste del Canada, per lottare contro la caccia alle foche. Il suo rapporto stretto con Paul Watson ha portato DeJoria a rilasciare un video a sostegno del Capitano, dopo che questi era stato arrestato, sulla base di un mandato emesso dal Costa Rica nel 2012, per avere interferito con la pratica dello shark finning.

Membro del consiglio dei saggi di Sea Shepherd, DeJoria ha anche sponsorizzato l'acquisto della M/V Farley Mowat, altra imbarcazione a servizio dell’Organizzazione. Questa nave, attualmente impegnata in una missione anti-bracconaggio nel Mare di Cortez, porta con orgoglio il logo della JP’s Peace, Love & Happiness Foundation di DeJoria, un’organizzazione benefica a sostegno di associazioni che promuovono la sostenibilità ambientale, la responsabilità sociale e la protezione degli animali.

La M/V John Paul DeJoria è un ex pattugliatore della Guardia Costiera degli Stati Uniti, entrato a far parte della flotta di Sea Shepherd nel 2015 con il nome di M/V Jules Verne, in onore dello scrittore francese che ha donato al mondo la meravigliosa storia del capitano Nemo.

 

Visite guidate a bordo

L'inaugurazione della nuova nave ha fatto parte di un evento durato quattro giorni durante il quale la M/V John Paul DeJoria è stata aperta al pubblico per tour guidati gratuiti a bordo, in concomitanza con EPIC Marina a Miami, in Florida. I tour hanno avuto inizio martedì 31 gennaio dalle 13:00 alle 17:00 e sono proseguiti da mercoledì 1 febbraio a venerdì 4 febbraio dalle 09:00 alle 17:00.

I tour a bordo della nave sono stati, come sempre, gratuiti e aperti al pubblico. Oltre ad offrire i tour a bordo della nave, i membri dell'equipaggio hanno condiviso con il pubblico informazioni sul lavoro di Sea Shepherd in difesa della fauna selvatica e dell’ambiente marino negli oceani di tutto il mondo e i racconti delle loro esperienze dirette. Durante l’evento è stato disponibile il merchandise ufficiale di Sea Shepherd, sono state raccolte donazioni di fondi, cibo e provviste, generosamente offerte dai sostenitori dell’Organizzazione. Chi non ha potuto visitare la nave può fare una donazione o acquistare il merchandise per sostenere Sea Shepherd al sito: www.seashepherd.org.

 

Foto della cerimonia di lancio

0news-170201-1-3-MV-John-Paul-DeJoria-launch-ceremony- DSC6445-1000w

 

0news-170201-1-4-MV-John-Paul-DeJoria-launch-ceremony-attendees- DSC6317-1000w

0news-170201-1-5-MV-John-Paul-DeJoria-launch-ceremony-attendees-on-bow- DSC6345-1000w

Tutte le foto: Sea Shepherd / Mirko De Luca

Traduzione a cura di Serena Gatti

 

article_separator_650x1

Sea Shepherd welcomes your support. To support our
conservation work, please visit our donation page.


Sea Shepherd Italia Onlus
Via Rosso di San Secondo,7 - 20134 Milano - Italy
contatto@seashepherd.it

All contents copyright ©2017 Sea Shepherd Global
Hosting and other web services donated by EStreet